Chi di noi non si è mai fermato a fantasticare ad occhi aperti su come dovrebbe essere il proprio angolo di paradiso in terra?

Ma siamo davvero sicuri che quell’angolo di paradiso esista davvero e soprattutto… dov’è?

Anche in questo caso è la tecnologia a venirci in aiuto, ed in particolare gli strumenti di analytics e machine learning.

Si chiama Paradise Found ed è una piattaforma realizzata da SAS che, sfruttando algoritmi intelligenti, attraverso tecniche di machine learning, analizza milioni di dati provenienti da varie fonti open source e open data di 150.000 città nel mondo, e che, combinandoli tra loro, è in grado di determinare, secondo 8 criteri chiave (Istruzione e carriera, Famiglia, Cultura, Natura, Sicurezza e infrastrutture, Costo della vita, Ristoranti e shopping, Salute ) qual è oggettivamente la località migliore in cui vivere, in base alle esigenze di ognuno.

Condizioni meteorologiche, mercato del lavoro, assistenza sanitaria, indici dei prezzi, inquinamento ambientale, trasporti pubblici, lunghezza dei percorsi pedonali, aree verdi, traffico…questi e molti altri i parametri presi in considerazione dai data scientist coinvolti nel progetto, il cui obiettivo primario è stato quello di dimostrare come le tecniche di machine learning possano supportare il processo decisionale.